martedì 7 maggio 2013

Presidenzialismo o ritorno al passato: quale miglior governo per l'Italia ?


In seguito al voto delle ultime elezioni politiche, l'Italia si è venuta a trovare in una situazione di stallo, in assenza di un governo per circa 50 giorni. Per alcuni il problema maggiore è dovuto alla attuale legge elettorale cosiddetta "Porcellum". Ma è veramente così? 

Clicca per ingrandire
Tra i temi spinosi riconducibili alla attuale legge elettorale , i più rilevanti sono: l'impossibilità di poter esprimere una preferenza per i candidati (chi ipotizza un ritorno al voto di preferenza ha come antagonista, però, chi dice che il voto di preferenza può indurre al voto di scambio e al favoreggiamento della corruzione) ed il sostanzioso premio di maggioranza (55% dei seggi), soprattutto alla camera, per la coalizione che si aggiudica la maggioranza relativa dei voti.

Verranno anche analizzate altre forme di governo quali
possibili alternative alla attuale repubblica parlamentare: il presidenzialismo, il semipresidenzialismo alla francese, la repubblica federale parlamentare (come in Germania). Ricordiamo, infatti, che l'Italia è l'unico paese ad avere il bicameralismo perfetto (due camere che fanno le stesse identiche cose, Camera dei Deputati e Senato) sintomo di inefficienza secondo alcuni.



Approfondiremo queste tematiche con degli esperti di diritto costituzionale italiano ed europeo per capire, in primo luogo, se l'attuale legge elettorale abbia influito direttamente o indirettamente ad una così lenta e  difficoltosa formazione dell'attuale esecutivo in carica; in seconda battuta, ci concentreremo sulle leggi elettorali che, in alternativa, possono garantire maggiore stabilità e/o governabilità. 
Leggi il resoconto della serata cliccando QUI

Interverranno:

Lorenzo Spadacini Professore di Diritto Costituzionale Europeo, facoltà di Giurisprudenza, Università di Brescia

Francesca Parmigiani Dottoressa di ricerca in Diritto Costituzionale Italiano ed Europeo

Alcuni articoli utili per affrontare in maniera più disinvolta la prossima serata di martedì 14 maggio: 
Guida minima ai sistemi elettorali 

Nessun commento:

Posta un commento