giovedì 14 novembre 2013

Cultura e Istituzioni. Quali opportunità?


Laboratorio Polis è lieto di invitarvi al prossimo incontro incentrato sulla cultura e le istituzioni.
Sarà proposto un approfondimento in tema di arte,cultura e le ricadute positive che il territorio ne può beneficiare.
Clicca per ingrandire


Il periodo che l'Italia sta passando, come ben potete sentire e vivere sulla vostra (nostra) pelle, non è dei migliori. Il più delle volte a farne la spesa di situazioni economiche di ristrettezze sono la ricerca, l'istruzione e la cultura. Si dimentica che questi settori possono essere, in alcune realtà a livello italiano lo sono già, un forte traino per lo sviluppo e il miglioramento della comunità (se la pensiamo in aggregato per tutto il paese Italia) sia sotto un profilo economico, sia sotto un profilo sociale.

L'aumento della cultura offerta e consumata non possono che rendere le persone più  consapevoli e più sensibili ai grandi problemi che il nuovo millennio ci ha lasciato. 

La cultura può avere vari significati; diversi studiosi, a più riprese e in momenti differenti, hanno dato un differente significato, a seconda del settore di studio su cui si affacciano e si affacciavano e discernendo la storia dell'uomo sotto diversi punti di vista. 
Ma, a nostro avviso, un elemento è imprescindibile: la cultura è continuamente in cambiamento e la capacità di adattamento dell'uomo agli eventi può avvenire in maniera più elastica e pronta, se l'uomo (intendendo sia il genere maschile e femminile) è culturalmente pronto. 
Un altro elemento da cui non possiamo prescindere è che dalla diversità culturale l'uomo può solo migliorare attraverso uno scambio reciproco (il progetto della casa degli artisti e delle case che il comune di Bienno offre agli artisti si fonda su questo aspetto).
Partendo da questi presupposti ci chiediamo come può e quali possibilità ha una piccola comunità per sostenere una rinascita culturale.

Mercoledì 20 Novembre alle ore 20.30 ci troviamo in Aula Magna a Provaglio d'Iseo (di fronte alle Scuole Medie) con alcuni ospiti.
Ci avvarremo, quindi, di tre relatori che ci supporteranno con la testimonianza della loro esperienza.

Massimo Maugeri sindaco di Bienno, commercialista e revisore contabile con la passione dell'arte in particolare del disegno e della pittura. Da quando è diventato sindaco a Bienno si è speso per la realizzazione della " Casa degli artisti": un centro dedicato all’arte che ospiterà mostre, esposizioni, laboratori, eventi e gli stessi artisti, che potranno temporaneamente risiedere nell’edificio e dedicarsi alle proprie opere. A Bienno è molto famosa la Mostra Mercato che ogni hanno porta centinaia di migliaia di turisti.

Alberto Belgesto cantautore, direttore artistico Latteria Artigianale Molloy e giornalista per il Corriere della Sera, lavora come impiegato al museo di Santa Giulia, ma ha la musica che gli suona dentro. Cantautore e musicista, nel 2000 firma il suo primo contratto editoriale con Sony Music Publishing. Tre album all'attivo: "Non È successo niente", pubblicato nel 2002 dalla Nun al quale collaborano come musicisti anche Max Gazzè, Niccolò Fabi e Mauro Pagani, "Fantasma" del 2006 (pubblicato solo su internet) e "Lontano dai robot" che dovrebbe vedere la luce nei prossimi mesi. Dal 2008 è uno dei direttori artistici della factory discografica CasaMolloy, "una Cosa discografica", che in 3 anni ha pubblicato 5 dischi. Collabora con il Corriere della Sera. 

Ettore Giuradei, noto cantautore del gruppo Giuradei (è il nome che rappresenta il progetto artistico/musicale dei fratelli Giuradei) Ettore, classe 1981, autore di testi e musica e Marco, 1986, polistrumentista e arrangiatore, affiancati da Domenico Vigliotti, fonico sia live che in studio, Alessandro Pedretti alla batteria e Nicola Panteghini alla chitarra. Nel 2006 esce il primo disco “Panciastorie”, per Mizar Records/Audioglobe, che vince nello stesso anno il Premio Nuova Canzone d’Autore al M.E.I. di Faenza e arriva in finale al Premio Fuori dal Mucchio 2006 e al Premio De Andrè 2006. Il secondo album, “Era che cosi’” esce a marzo 2008, per Mizar Records/Novunque e viene presentato in tutta italia con un tour di due anni in cui si contano 170 date tra le quali spiccano le partecipazioni al Premio Tenco 2008 e al Premio Ciampi 2009. A novembre 2010 esce “La Repubblica del Sole”, il terzo album, creato anche con la collaborazione dei nuovi musicisti e accompagnato da un ottimo successo di critica e pubblico grazie ad un tour infinito. Ora in tour nazionale con il quarto album "Giuradei" . Di recente ha anche scritto un libro intitolato "Il paese senza ringhiere, senza fabbriche e senza strade".

Nessun commento:

Posta un commento